Rigenerazione urbana e resilienza: Il progetto LUCI presenta l’esperienza di Mantova

Rovigo, 29 maggio 2019

E’ stato il famoso “Bando Periferie” il grande protagonista dell’incontro che si è svolto martedì 28 maggio presso la Sala Consiliare della Provincia di Rovigo.

Grazie al progetto LUCI – Laboratori Urbani per Comunità Inclusive, promosso da Arci provinciale in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia e sostenuto dalla Regione Veneto, è stata presentata l’esperienza della città di Mantova che ha saputo sfruttare le potenzialità del bando per avviare un grande processo di rigenerazione urbana in ottica di sostenibilità e resilienza.

Dalle parole dell’architetto Giulia Moraschi, Dirigente del Settore Ambiente del Comune di Mantova, i partecipanti hanno potuto apprendere come il piccolo capoluogo lombardo (meno di 50.000 abitanti) abbia saputo promuovere importanti accordi pubblico-privato che hanno garantito al Comune l’acquisizione di aree ed edifici di rilevante interesse strategico. In questo modo, e grazie ai finanziamenti del Bando Periferie e a progettazioni europee, Mantova ha attuato un programma di rigenerazione urbana di aree dismesse al fine di creare quartieri ecosostenibili e innovativi, con una scuola, degli orti sociali, un centro di ricerca, una comunità per disabili, alloggi protetti, una casa e un parco della memoria, impianti sportivi e aree verdi.

I rapporti con Università e centri di ricerca, la capacità di fare rete con altre amministrazioni, la presenza di un ufficio di progettazione europea competente ed efficiente ha consentito ad un comune con circa 49.000 abitanti di diventare un’eccellenza nazionale nell’ambito della rigenerazione, delle strategie di adattamento ai cambiamenti climatici, della valorizzazione del verde pubblico e della biodiversità urbana – afferma Giorgia Businaro, responsabile del Progetto LUCI. – Inoltre, Mantova si posiziona, per il secondo anno consecutivo, al primo posto nella classifica nazionale Ecosistema Urbano, a dimostrazione di come una visione sistemica nell’approccio alle politiche ambientali possa portare a risultati concreti e tangibili in grado di migliorare non solo l’ambiente in senso stretto ma anche la qualità della vita dei cittadini”.

Il progetto che il Comune di Mantova ha presentato in risposta al Bando Periferie si è classificato decimo a livello nazionale. Elemento di notevole rilevanza per il raggiungimento di questo importante risultato è stato il coinvolgimento di tutta la comunità che ha potuto partecipare attivamente alla definizione del masterplan proponendo idee e offrendo spunti operativi e concreti.

Il Comune – spiega Businaro – non ha imposto il progetto alla città ma ha accolto le sollecitazioni dei diversi attori locali agendo non come ente di governo ma come soggetto di governance, come punto nodale di una rete in grado di moltiplicare esponenzialmente le risorse ottenute grazie ai bandi pubblici”.

Uno degli obiettivi del progetto LUCI – Laboratori Urbani per Comunità Inclusive è quello di stimolare, attraverso la presentazione di esempi e buone pratiche, un dibattito tra cittadini, istituzioni, associazioni e professionisti che porti anche Rovigo e il Polesine ad avviare una nuova stagione nell’approccio alle politiche ambientali e urbane. Ci auguriamo – conclude Businaro – che le amministrazioni locali sappiano fare tesoro delle esperienze di altri territori e facciano in modo di avviare anche nella nostra provincia progettualità innovative.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *