Laboratori urbani: una città a misura di bambino

Piccoli cittadini protagonisti  dell’iniziativa “Una città a misura di Bambino” proposta da ARCI Provinciale nell’ambito di “LUCI – Laboratori Urbano Comunità Inclusive”,  progetto sostenuto dalla Regione del Veneto con fondi statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

L’evento vuole dare voce ai bambini che vivono e frequentano Rovigo per capire il loro punto di vista e le loro percezioni in modo da fornire un contributo concreto alla pianificazione di una città “amica” dei bambini.

“Con il progetto LUCI, – spiega Giorgia Businaro, responsabile del progetto – vogliamo contribuire ad affermare un’idea di città che tenga in considerazione e concretizzi le opinioni di quelle fasce di popolazione molto spesso non ascoltate o, comunque, poco rappresentate. Inizieremo questo percorso di raccolta di idee e indicazioni proprio dai bambini, la cui “cittadinanza” è vista solitamente in prospettiva futura, senza tenere in debito conto la dimensione presente e attuale del loro essere cittadini e del loro diritto alla città”.

L’appuntamento è sabato 5 ottobre, alle ore 16.00. Partendo dal parcheggio di piazzale G. di Vittorio i “piccoli esploratori” e i loro genitori saranno accompagnati in un percorso studiato lungo le vie del centro. A tutti verranno forniti mappe e pennarelli per disegnare insieme una città diversa, più rispondente alle esigenze e ai desideri dei più piccoli.

Particolare rilievo assume la partecipazione dell’Università IUAV di Venezia al progetto LUCI: “IUAV è un Ateneo interamente dedicato al progetto, in costante ricerca di nuove modalità per la progettazione di spazi e ambienti abitati – afferma Denis Maragno, docente di Tecnica e Pianificazione Urbanistica –. Il coinvolgimento dei cittadini ai processi pianificatori è di rilevante importanza per il disegno della città del domani. I bambini, in particolare, oltre ad essere tra i soggetti più sensibili alle problematiche urbane (smog, impedimenti fisici, temperature estreme, …), subiranno più di tutti le conseguenze di una cattiva pianificazione. Per questo è necessario il loro contributo di idee per riprogettare la città. È con piacere che l’Università mette a disposizione le proprie competenze e capacità per aiutare Rovigo ad essere una città che possa essere vissuta da tutti i suoi abitanti, ciascuno con le proprie esigenze.”

La partecipazione all’evento è gratuita ma i posti sono limitati. È pertanto richiesta l’iscrizione tramite l’indirizzo mail  info@urbanlabluci.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *