Com’è la nostra città, vista con gli occhi di un bambino?
Quali sono le sue percezioni, i suoi posti preferiti, i luoghi che gli creano disagio o paura? Diamo voce ai più piccoli per capire come pianificare una Rovigo a “misura di bambino”!
Perchè? Per dare suggerimenti e indicazioni all’amministrazione e ai pianificatori dello spazio pubblico, per contribuire a creare una città a misura di bambino, per far sentire la voce dei nostri bambini e partecipare alle scelte per il futuro della città!
L’niziativa “Una città a misura di bambino” si è svolta in due edizioni.
La prima passeggiata urbana si è svolta durante la prima edizione del progettto LUCI, il 5 Ottobre 2019.
La seconda passeggiata urbana si è svolta durante la seconda edizione del progettto LUCI, nell’estate del 2020. La passeggiata urbana ha interessato il quartiere Commenda.

Com’è la nostra città, come sono i nostri quartieri, visti con gli occhi dei bambini? Quali sono le loro idee e i loro desideri? Come cambierebbe il volto delle nostre vie e dei nostri edifici se potessimo realizzare le proposte dei più piccoli?

Un percorso laboratoriale e un’indagine sulle #percezioni e i desideri dei bambini realizzati nell’ambito del progetto “LUCI – Laboratori Urbani per Comunità Inclusive”, in collaborazione con UISP Comitato Territoriale Rovigo APS e Università Iuav di Venezia

GUARDA IL VIDEO

L’idea di Anna
Rotatoria di via Gramsci con via B.T. da Garofalo: c’è un piazzale molto brutto, ci vedrei bene fontanella con acqua potabile. Sulla rotatoria mi piacerebbe vedere una collinetta con la scritta Rovigo fatta di fiori!
L’idea di Karim
Viale Europa: ho visto rami, ratti, buche pericolose per i pedoni e le bici. Non vorrei ci fosse tutto ciò!
L’idea di Martina
Ex Ospedale Maddalena: un cancello arrugginito, piante abbandonate, l’ex ospedale distrutto…potrebbe diventare un set cinematografico. Oppure lo si potrebbe demolire e costruirci un parco!
L’idea di Enrico
Il Campo Coni è un bel posto dove fare sport ma la palestra della scuola Ipsia andrebbe ristrutturata e ridipinta con un bel colore!
L’idea di Rachele: desiderio esudito!
La scuola Bonifacio avrebbe bisogno di essere ridipinta, di essere più colorata, perché sembra una caserma e non una scuola.

Grazie a Wallabe street art festival e all'Amministrazione comunale, la facciata della scuola è molto più colorata e artistica! Il muro esterno delle Scuole Medie Giovanni Bonifacio ospita l’opera dal titolo “Il Potere dei Sogni” dell'artista Zentequerente.

L’idea di Alessio
Via Benvenuto Tisi da Garofalo: una via alberata molto bella, che ospita il mercato del sabato. Le radici degli alberi che rendono frastagliato il marciapiede sono da sistemare, perchè possono rappresentare un problema per bici e pedoni.